Catalogo

La Beccaccia

Silvio Spanò, Charles Fadat

Collana: Fauna Selvatica - Biologia E Gestione
Formato: 17x24
Pagine: 174
Immagini: 70, colore
Codice ISBN: 978-88-96348-222
Prezzo: € 20.00 17.00


Ritorna al catalogo


Testo esaurito

Il volume fa parte di una collana, intitolata “Fauna selvatica – biologia e gestione”, avente ad oggetto le principali specie di interesse venatorio.
Sono previste 13 monografie (di cui una dedicata ai più diffusi predatori, che rivestono un ruolo determinante
nell’equilibrio ambientale) scientificamente aggiornate, scritte dai più autorevoli esperti italiani, rivolte a tecnici faunistici, cacciatori, studenti e semplici appassionati.
I testi sono impreziositi da immagini inedite e da accurate tavole a tratto e a colori realizzate appositamente, in grado di svelare gli aspetti più nascosti della biologia e del comportamento dell’animale trattato.
Sono stati scritti molti libri sulla beccaccia, per lo più a livello divulgativo, spesso ponendo attenzione ad aspetti prettamente tecnico-venatori, ma raramente corredati da indicazioni di alto livello scientifico. Essendo specie migratrice di notevole interesse applicativo in diversi Paesi europei, laddove vi sia stata una maggiore attenzione, sono stati fatti – e si fanno – studi puntuali, come in Francia, dove viene abbattuto annualmente oltre un milione di soggetti. L’Italia non è lontana da detta cifra e pertanto proprio l’interesse transnazionale è alla base del libro che unisce l’esperienza scientifica di due noti studiosi della beccaccia (ormai quasi “storici”), residenti nei due Paesi. Gli Autori ci condurranno alla scoperta di questo misterioso in quanto elusivo uccello, con una dettagliata trattazione delle sue caratteristiche morfologiche e comportamentali, partendo dalla loro esperienza e dalla bibliografia completa in loro possesso e sempre in evoluzione, con particolare riferimento alla Russia e agli altri Paesi dell’Est, aree da cui proviene la maggior parte delle beccacce svernanti nelle regioni dell’Europa occidentale e del bacino del Mediterraneo. Sempre con la massima attenzione a ciò che sta a loro più a cuore: un’oculata gestione ai fini della conservazione di questa affascinante “regina dei boschi”.
Silvio Spanò, laureato in Scienze Biologiche nel 1962, quindi docente di Zoologia all’Università di Genova fino al 2008, nella ricerca ha sempre mantenuto ben attivo il filone ornitologico, con approfondimenti su pernice rossa, quaglia e beccaccia. Ha prodotto circa 200 pubblicazioni scientifiche, tra cui un’esauriente monografia sulla beccaccia. Membro del Woodcock & Snipe Specialist Group del Wetland International, della Federazione delle Associazioni nazionali dei beccacciai del Paleartico Occidentale (FANBPO), del CIC-Italia (Commissione Uccelli migratori) e Presidente onorario del Club della Beccaccia italiano, ha portato avanti una serie di iniziative per la gestione durevole della specie. Come cacciatore col cane da ferma ritiene che la caccia debba sempre essere compatibile con la conservazione.

Charles Fadat ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento di Scienze Naturali alla Scuola Normale Superiore (Saint-Cloud) e all’Università di Parigi (Sorbona) nel 1962. Naturalista di campo e cacciatore, divenne responsabile (1976) della Section bécasse dell’ONCFS, creato in seno al Ministero dell’Ambiente per rendere operativo il programma del Groupe de Recherches Européen sur la bécasse, avviando studi su riproduzione, migrazione e svernamento della specie. Un lungo lavoro pedagogico sfociò in un corso sulla biologia della beccaccia, inserito nei programmi di formazione per tecnici cinegetici dei Licei Agricoli e della Scuola delle Guardie dell’ONC, che portò alla creazione (1983) del Réseau bécasse (ONCFS), incaricato anche dell’inanellamento.
Tra le molte pubblicazioni emerge un esauriente compendio sulla biologia della beccaccia (2009).
Tecnici faunistici, Cacciatori, Appassionati faunistici, Naturalisti e Studenti